A Casa di Lucia | SUSHI ICE CREAM: un inganno di sapori
34840
post-template-default,single,single-post,postid-34840,single-format-standard,theme-bridge,bridge-core-1.0.2,no-js,woocommerce-no-js,ajax_fade,page_not_loaded,,vertical_menu_enabled,qode-title-hidden,side_area_uncovered_from_content,transparent_content,columns-4,qode-theme-ver-18.0.4,qode-theme-bridge,disabled_footer_top,wpb-js-composer js-comp-ver-5.7,vc_responsive

SUSHI ICE CREAM: un inganno di sapori

Cosa ne pensate del “sushi” e la cucina nipponica? E se quel “sushi” divenisse un prelibato dessert?

Ebbene, chi poteva pensare ad una trasformazione simile secondo voi? Ovviamente un italiano!

Ed ecco a voi il SUSHI ICE CREAM: un dolce inganno per gli occhi e il palato!

Adesso vi racconto!

Nel 2014, il maestro del gusto pluripremiato Filippo Novelli, ha ideato il sushi gelato, conquistando notorietà a livello mondiale. Protagonista è, ovviamente, il gelato artigianale italiano ma anche riso, cardamomo, zenzero, sakè, the verde e tè matcha.

Nel giugno del 2017 Luca Grassi, noto pasticciere italiano, forse ispirandosi all’idea di Novelli, crea GELARTO, una gelateria situata a New York, nel centro di Manhattan, considerata fra le migliori della Big Apple.

Ma vediamo un po’ come è composto questo SUSHI ICE CREAM!

Si tratta di piccole delizie che, nell’aspetto, imitano perfettamente gli uramaki, i nigiri, i gunkan, gli hosomaki, i California roll, insomma tutti i piatti iconici della cucina nipponica.

Salmone e tonno vengono sostituiti da gelato alla fragola e al lampone, le alghe sono sostituite da strati di cioccolato fondente, le uova di pesce da semi di papavero e piccolissime scaglie di cioccolato bianco. Il riso e il formaggio spalmabile, invece, cedono il passo al gelato alla vaniglia oppure fior di latte.

Il sashimi? Crema al melone. E il wasabi? Gelato alla menta.

Alcune proposte fanno venire l’acquolina in bocca già dal nome: uramaki con umeboshi ripieni di mango e semi di sesamo tostato; uramaki al cocco e miele con croccante al cioccolato e nocciole; gunkan di cioccolato e wasabi con sfere di ace e rosa canina.

Quindi potete volare verso gli Stati Uniti (appena possibile) e con le tipiche “bacchette” provare questo connubio tra tradizione nipponica e innovazione tricolore.

Oppure recarvi semplicemente a Como e raggiungere la storica Gelateria Tre Santi per soddisfare quest’irrefrenabile voglia di Sushi Ice Cream.

(fotoweb www.fortementein.com)



× Ciao!