A Casa di Lucia | CURIOSITA’
-1
archive,category,category-curiosita-libri,category-588,theme-bridge,bridge-core-1.0.2,no-js,woocommerce-no-js,ajax_fade,page_not_loaded,,vertical_menu_enabled,qode-title-hidden,side_area_uncovered_from_content,transparent_content,columns-4,qode-theme-ver-18.0.4,qode-theme-bridge,disabled_footer_top,wpb-js-composer js-comp-ver-5.7,vc_responsive

La parola intraducibile  di oggi è: Pochemuchka, È un termine russo,  che si rivolge a una persona invadente o troppo curiosa.  L’etimologia del sostantivo Pochemuchka deriva, infatti, da “почему”  (pochemu – perché?).  Questa espressione indica una persona estremamente curiosa, a tratti invadente, che sopravvale l’interlocutore ponendo troppe domande.  Le persone insistenti sono ovunque. Purtroppo!...

"Mamma solo per te la mia canzone vola, mamma sarai con me tu non sarai più sola. Quanto ti voglio bene queste parole d'amore che ti sospirano il mio cuore forse non s'usano più Mamma, ma la canzone mia più bella sei tu, sei tu la vita...

Il Kamishibai (Kami = carta; shibai = dramma, gioco, teatro) è una peculiare forma di narrazione per immagini, la cui origine risale ai templi buddisti del Giappone del XII secolo. I monaci buddisti utilizzavano gli ‘emakimono’ (testi narrativi su rotoli) per raccontare alla popolazione storie sulla...

Buona Domenica con una nuova parola intraducibile: ARTETECA Lo so, avete subito pensato all’omonimo duo comico divenuto celebre grazie alla trasmissione tv Made in Sud.  Ne parleremo, ma prima vediamo l’origine di questa espressione napoletana. "Ma cherè, tien l'arteteca"?  Questo curioso modo di dire ha spesso un senso canzonatorio,...

“Persino le piramidi un giorno spariranno, ma non il desiderio dei Palestinesi per la loro terra.” (Eduard Shevardnadze) Questa striscia di terra è la Terra Promessa da Dio al popolo ebraico, la Terra Promessa ad Abramo e alla sua discendenza; è la terra in cui è...

“Non fossi stato figlio di Dio T’avrei ancora per figlio mio” Sono queste le parole del dolore di una madre, una donna che si vede strappato dal petto il figlio adorato. E questa non è una madre qualunque: a parlare, con strazio e, quasi, risentimento, è Maria,...

Un bel mattino mi arriva un messaggio in chat da un caro ed affettuoso amico. Osservo bene e vedo un link che accenna ai libri e alla nostra associazione "A casa di Lucia" con questo preciso titolo: I libri e il colonnello, l’elogio di un bene...

Il fascino delle parole intraducibili… La parola di oggi è Meraki, che in greco significa letteralmente “essenza di noi stessi“. Viene spesso usata per descrivere il modo in cui si decora una casa o per preparare un bel pranzetto o per fare qualsiasi cosa in cui ci...

“Il vostro servitore devotissimo si è fatto vecchio, ha bisogno di riposo e voi non glielo vorrete negare dopo trent’anni durante i quali vi ha servito. Da questa sera egli smette la maschera di Pulcinella, la consegna a suo figlio Antonio, che ha l’onore di...

× Ciao!