A Casa di Lucia | ‘NA CANTATA ‘E NATALE
8
product-template-default,single,single-product,postid-18538,theme-bridge,bridge-core-1.0.2,no-js,woocommerce,woocommerce-page,woocommerce-no-js,ajax_fade,page_not_loaded,,vertical_menu_enabled,qode-title-hidden,side_area_uncovered_from_content,transparent_content,columns-4,qode-theme-ver-18.0.4,qode-theme-bridge,disabled_footer_top,wpb-js-composer js-comp-ver-5.7,vc_responsive

‘NA CANTATA ‘E NATALE

“Canto di Natale” di Charles Dickens in lingua napoletana.

Categoria:
Descrizione

«’A Christmas Carol’ scritto da Charles Dickens in pochi mesi nel 1843 segna l’inizio di un percorso che, attraverso i secoli fino all’attuale contemporaneità – ora con la versione in Lingua Napoletana di Roberto D’Ajello – è scandito da molteplici rivisitazioni, si espande nella memoria culturale, indaga ancora il presente in incessante mutamento, interroga ancora le nostre aspettative e le nostre speranze: in definitiva, è un’opera che continua a manifestare l’indiscussa forza creativa del testo originario, oltrepassando barriere di tempo e di spazio, trasformandosi e affermandosi tra i capolavori della letteratura di ogni tempo.
Con questa traduzione procede una storia di “generosità letteraria” e “di amore”, che sempre connota il lavoro traduttivo: ‘Na cantata ’e Natale’ rinnova il racconto originario, ne ridesta il significato, e offre nuova vita al suo autore; dona nuove occasioni di riflessioni al lettore di oggi; segnala, ancora una volta – dopo ‘Pinocchio’ in Lingua Napoletana, ‘’O Princepe Piccerillo’ e ‘Alice ’int’ ’o Paese d’ ’e Maraveglie’ – un forte legame affettivo e culturale di Roberto D’Ajello con la lingua madre, la Lingua Napoletana Letteraria…». (Dalla “Premessa” di Stefania Tondo)

× Ciao!