A Casa di Lucia | LA CREMA CATALANA
34720
post-template-default,single,single-post,postid-34720,single-format-standard,theme-bridge,bridge-core-1.0.2,no-js,woocommerce-no-js,ajax_fade,page_not_loaded,,vertical_menu_enabled,qode-title-hidden,side_area_uncovered_from_content,transparent_content,columns-4,qode-theme-ver-18.0.4,qode-theme-bridge,disabled_footer_top,wpb-js-composer js-comp-ver-5.7,vc_responsive

LA CREMA CATALANA

La crema catalana è un dessert tipico della Catalogna, regione della Spagna.

Questo dolce al cucchiaio viene servito come da tradizione il 19 marzo alla Festa di San Giuseppe e infatti viene anche chiamata “crema de Sant Josep

Sulle sue origini ci sono molteplici teorie e molti Paesi ne rivendicano la paternità. Si pensa che la crema provenga dall’Inghilterra e che sia stata brevettata nel XVII secolo. Il college di Cambridge serviva la crema inglese, detta burnt cream, “imprimendo” sulla superficie del dolce lo stemma della scuola con un ferro arroventato. La crema inglese è però leggermente diversa da quella catalana, in quanto più vellutata e meno densa.

Di sicuro i catalani ne rivendicano l’invenzione e ritengono che sia l’antenata della crème brûlée francese (a base di panna liquida, sulla quale viene caramellato lo zucchero). La differenza tra le due creme sta nel metodo di cottura: la crema catalana è cotta sul fuoco mentre la crème brûlée viene cotta a bagnomaria.

Secondo la leggenda questa crema fu un’invenzione di alcune monache catalane. Un vescovo andò in visita al loro convento e le monache per accoglierlo nel migliore dei modi prepararono un budino, che però risultò troppo liquido. Allora aggiunsero dello zucchero caramellato caldo e quando lo servirono il vescovo gridò “Crema!” che in catalano significa, oltre a crema, “brucia”. Da allora la crema viene anche chiamata “crema cremada

ECCO A VOI LA RICETTA 

Ingredienti per 4 persone

Per la crema:

  • 1/2 lt di latte
  • 1/2 limone non trattato
  • 1 stecca di cannella
  • 4 uova
  • 100 gr di zucchero
  • 2 cucchiai di amido di mais
  • noce moscata

PROCEDIMENTO

Portate ad ebollizione il latte con la scorza di limone e la cannella, fate sobbollire per 10 minuti ed eliminate gli aromi. A parte sbattete i tuorli e metà dello zucchero ed aggiungete l’amido di mais. Unite 2 cucchiai di latte caldo alle uova, mescolate e aggiungete il latte rimasto. Fate cuocere per 5 minuti e addensate, avendo cura che il composto non raggiunga l’ebollizione. Versate la crema in 4 stampini bassi da forno. Lasciate solidificare per circa 12 ore.

Non più di 30 minuti prima di servire, spolverate ogni porzione con un cucchiaio di zucchero e con poca noce moscata e caramellate tenendola sul piano superiore del forno sotto il grill finché la superficie diventerà marrone. Lasciate raffreddare per qualche minuto prima di servire: non fate la fine del vescovo…

E buon appetito!



× Ciao!